lunedì 23 novembre 2015

Torta autunnale alle castagne

Il dolce del fine settimana scorso è stato una golosissima torta autunnale alle castagne. Si tratta di una charlotte con crema di castagne bicolore, al cacao e allo zabaione. Il dolce va in frigorifero ed è davvero squisito.

Ecco gli ingredienti:

750 gr di castagne 

140 gr di zucchero di canna integrale biologico

100 gr di burro morbido

30 gr di cacao

rum creola

per lo zabaione:

brandy

25 gr di zucchero di canna integrale biologico

1 tuorlo

Procedimento:

Lessare le castagne in acqua aggiungendo due foglie di alloro e una manciata di sale grosso. Quando saranno cotte, sbucciarle e passarle al passaverdura ottenendo così una purea di castagne. Per fare lo zabaione sbattere il tuorlo con 25 gr di zucchero e 2 cucchiaiate di brandy. Mettere sul fuoco (minimo) per pochissimo tempo finché non si addensa. Lasciar raffreddare. Montare il burro morbido con lo zucchero e aggiungere alla purea di castagne, più 5 cucchiaiate di rum creola. Dividere la crema ottenuta in due parti. Ad una aggiungere lo zabaione e se necessario (la crema deve rimanere abbastanza dura da maneggiare con le mani) un'altra cucchiaiata di brandy. All'altra metà aggiungere il cacao e altre 6 cucchiaiate di rum creola. Per lo stampo noi ne abbiamo usato uno con diametro superiore di circa 19 cm e inferiore (base) di 16,5 cm. Il dolce finito era alto circa 7 cm. Rivestire lo stampo con pellicola trasparente da alimenti. Porre sul fondo dei savoiardi bagnati velocemente nel rum creola. Foderare le pareti con savoiardi tagliati per la parte della lunghezza in modo da renderli meno spessi, sempre bagnati velocemente nel rum creola e ritagliati ad una estremità di circa 2, 5 cm. Riempire la charlotte con la crema allo zabaione aiutandosi con le mani per pressarla realizzando così un primo strato. Terminare con l'altra crema al cacao. Ricoprire con la pellicola trasparente e riporre in frigorifero. Noi abbiamo cucinato la torta il giorno prima. Tirare fuori dal frigo e togliere la pellicola dalla superficie. Rovesciare lo stampo su un vassoio da dolce. Togliere la pellicola trasparente dal dolce. Si accompagna bene con il liquore al rum e cioccolata Cuba della Venchi o anche ad uno Zibibbo di Sicilia. 

Ecco le foto:



Bretzel della collina dei mici

Lo scorso fine settimana abbiamo deciso di darci alla "pazza cucina". E così abbiamo preparato per sabato a cena dei favolosi bretzel. Li avevamo provati la prima volta vent'anni fa a Eurodisney e non ci erano piaciuti per niente...ma forse si trattava di bretzel semi-dolci, industriali e "congelati", nel senso freddissimi e quindi rinserrati (siamo state a Eurodisney sotto le feste di Natale e li abbiamo comprati su un piccolo kiosko all'esterno). Poi quest'anno ne abbiamo rimangiato uno (salato) come accompagnamento dell'antipasto di salumi e formaggio in un ristorante-pub, la cui proprietaria è di origini polacche e ci è piaciuto da matti....così ci siamo messe a cercare in internet la ricetta. Prendendo spunto dai favolosi blog Anice e cannella e Giallo zafferano abbiamo cucinato i nostri bretzel con grande soddisfazione. Sono venuti benissimo, lievitatissimi (tanto che la forma ha fatto difficoltà a mantenersi !), morbidi, buonissimi, in una parola !! Li abbiamo accompagnati con prosciutto crudo san daniele, patate fritte e una buona birra - analcolica - più leggera ;-)
Posto la ricetta e anche la foto, anche se è venuta un po' sfocata visto che Jolie l'ha fatta col cellulare e quindi non si era accorta che non fosse nitida. Abbiamo congelato la metà circa dell'impasto e quando li rifaremo farò nuove foto più limpide ;-)

Ingredienti

300 gr di farina 0
200 gr di farina 00
15 gr di lievito di birra fresco
270 gr di acqua tiepida
1 cucchiaino e mezzo di zucchero integrale di canna biologico
30 gr di burro a pezzetti morbido
10 gr di sale fino
sale grosso

per la soluzione al bicarbonato

1 litro di acqua
8 cucchiaini di bicarbonato
2 cucchiaini di sale

Procedimento

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida e aggiungere lo zucchero. Mettere in una ciotola le farine mescolate. Versare il composto di acqua, lievito e zucchero su un angolo delle farine formando una "pappetta" con la forchetta e poi ricoprire con il resto della farina della ciotola. Lasciar riposare circa 40 minuti. Si ottiene un composto schiumoso. Versarlo nel robot da cucina aggiungendo i burro morbido tagliato a pezzettini e il sale fino. Far andare il robot finché non si ottiene un impasto liscio e lucido. Impastarlo sul tavolo con le mani leggermente infarinate. Metterlo a riposare un un recipiente di vetro coperto con pellicola trasparente finché non raddoppia di volume (1 ora e mezza, 2). Lievitato l'impasto, mettere a bollire l'acqua con bicarbonato e sale. Preriscaldare il forno a 210 gradi. Nel frattempo dividere l'impasto in otto parti e con ciascuna formare dei cordoncini di almeno 60 cm più sottili alle estremità. Formare la tipica forma a fiocco ponendo ciascun bretzel sulla placca foderata di carta forno. Immergere per 30 secondi, nell'acqua che bolle ciascun bretzel e mano a mano disporli sulla placca del forno ricoperta con carta forno dopo averli scolati (noi abbiamo usato un mestolo scolapasta bucato che di solito usiamo per togliere dall'olio il pesce fritto o le patate fritte).  Cospargere con sale grosso. Quando il forno è caldo cuocere per circa 15-20 minuti, finché i bretzel non sono belli scuretti.
Sono davvero ottimi e veramente morbidi e gustosi. Sono buonissimi anche il giorno dopo !!
Ecco la foto (anche se un po' sfocata) dei bretzel della collina dei mici: