venerdì 28 marzo 2014

I donuts (ciambelle americane)

Avendo degli amici di penna (online) americani, che ci hanno parlato dei donuts, le tipiche ciambelle americane, ci è venuta voglia di provare a cucinarle e così sabato scorso ci siamo gettate in una nuova impresa culinaria. Abbiamo cercato la ricetta in internet e ne abbiamo trovate diverse versioni. Noi abbiamo proceduto così:

Ingredienti per 16 donuts:

Per l'impasto:
- una bustina di lievito di birra secco
- 30 ml di acqua tiepida
- 175 ml di latte tiepido
- 40 gr di burro
- 1 uovo
- 1/2 cucchiaino di sale
- 45 gr di zucchero
- 370 gr di farina
- olio per friggere

Per la glassa:
- 75 gr di burro
- 220 gr di zucchero a velo
- una bustina di vanillina
- 80 ml di acqua calda

Per la copertura al cioccolato:
- 100 gr di cioccolato fondente 

Preparazione:

In un recipiente sciogliere il lievito nell'acqua tiepida. Aggiungere il latte, il burro fuso, l'uovo, lo zucchero e il sale. 
Miscelare gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio. Aggiungere la farina e amalgamare il tutto. Impastare a mano.
Lasciare l'impasto nel recipiente, dopo avergli praticato sopra una croce (si dice così anche se in realtà è una x !), e coprirlo con un canovaccio. Lasciare riposare fino a che il volume dell'impasto risulti raddoppiato.
Su una spianatoia, stendere l'impasto fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 1,5 cm.
Ritagliare dalla sfoglia tutti i donuts con un bicchiere del diametro di grandezza uguale circa a una lattina di pomodori pelati. Per creare il buco della ciambella si può utilizzare il tappo di una bottiglia grande (tipo i bottiglioni da 5 litri).
Mano a mano rimpastare la pasta in eccesso e quella dei buchi per creare altri donuts fino ad esaurimento della pasta.
Lasciare le ciambelle ottenute sulla spianatoia ben infarinata, coprirle con un canovaccio e lasciarle riposare per altre due ore (più lievitano e più saranno soffici: sembreranno una nuvola !).
In una pentola con i bordi abbastanza alti fare scaldare molto bene l'olio (di semi vari o di arachidi o di girasole).
Friggere un donut alla volta, cuocendolo per circa 30 secondi per lato o comunque finché la superficie sarà ben dorata (attenzione a non farlo scurire troppo; se l'olio si scalda troppo, toglierlo dal fornello per pochi secondi per farlo raffreddare leggermente), quindi togliere dall'olio e mettete su fogli di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso.
Sia per la glassa classica che per quella al cioccolato si deve procedere così: in un recipiente unire e miscelare energicamente il burro fuso con lo zucchero a velo, quindi unire la vanillina e l'acqua calda, mescolando bene fino ad ottenere un composto liscio. Con 80 ml di acqua calda viene una glassa molto fluida che rimane traslucida sul donut. Se volete una glassa bianca (come quella della foto), aggiungete meno acqua per farla più consistente. Per ottenere una glassa colorata aggiungere qualche goccia di colorante alimentare.
Per la glassa al cioccolato unire alla glassa classica (con 80 ml di acqua) 100 gr di cioccolato fondente ridotto in pezzetti e fatto sciogliere nel forno a 150°.
Quando i donuts si saranno un pò raffreddati, intingere uno dei due lati nella glassa, rigirarlo e lasciarlo riposare in piano su una gratella da dolci (o anche su vassoi) finché la glassa diventa solida. 
MANGIARE !!!!!

Ecco la foto dei mitici donuts (quelli colorati sembrano extra-terrestri, ma molto allegri !!!):





venerdì 21 marzo 2014

La torta mimosa al limoncello


Lo scorso 8 marzo, festa della donna, abbiamo festeggiato con spaghetti alla piastra a pranzo (ordinati al ristorante cinese) e chili con carne a cena (cucinato da noi !) e poi come dessert dopo il chili abbiamo deciso di fare la classica torta mimosa, rivisitandola un po' però...il risultato è stato ottimo ! La torta era davvero appetitosa. Posto la ricetta perché trovo che sia una variante facile e veloce da preparare, ma buonissima.Ecco gli ingredienti:- un pan di spagna quadrato;- liquore limoncello (noi abbiamo usato il limoncè);- panna vegetale da montare;- macedonia di frutta in barattolo.Innanzi tutto bisogna montare la panna con le fruste elettriche ben ferma. Alla panna (tenerne una parte senza macedonia per la copertura della torta) va aggiunta a piacere la macedonia di frutta ben scolata (se i pezzi di frutta sono troppo grandi vanno tagliati), cercando di non far smontare la panna (amalgamare con movimenti circolari con una spatola).Ritagliare dal pan di spagna quadrato una forma circolare che andrà smussata verso l'alto in modo che si ottenga qualcosa che assomigli un po' a una cupola. Tagliare in strati. Bagnare abbondantemente gli strati con il limoncello (gli strati devono risultare molto molto bagnati) Mettere sul primo strato la crema di panna e macedonia e sovrapporre via via tutti gli strati. Per fare l'ultima parte noi abbiamo ritagliato dei pezzetti di pan di spagna in modo che venisse proprio una cupoletta. Ricoprire la torta con la panna tenuta da parte. Tagliare il pan di spagna avanzato (la parte gialla) in tanti piccoli cubettini che andranno fatti aderire su tutta la superficie della torta per ottenere un effetto "fiore di mimosa". Tenere in freezer per alcune ore e tirarla fuori un 45 minuti prima di mangiarla.Ecco la torta: