lunedì 21 febbraio 2011

La torta di compleanno nutella e mascarpone

Posto la foto della miticissima torta che Jolie ha fatto per il mio compleanno, lo scorso 12 febbraio.

Si tratta di una sorta di pan di spagna morbidissimo allo yogurt, tipo nuvoletta, leggermente bagnato con uno sciroppo di acqua, zucchero e rum creola e farcito con due strati di una squisitissima crema nutella e mascarpone e abbellitto con 9 candidi raffaello. E' una torta veramente squisita e bellissima.

Jolie ha trovato la ricetta nel blog "La cucina di Alice" (che ringraziamo !!) e così l'ha realizzata.
La ricetta del dolce è:
3 uova
1 vasetto di yogurt bianco intero (da utilizzare poi come contenitore per pesare gli ingredienti)
1 vasetto di fecola
2 vasetti di farina tipo 00
1 vasetto di olio di semi
2 vasetti di zucchero (si può anche mettere 1 vasetto e mezzo per farla meno dolce)
1 bustina di lievito per dolci

Si aggiungono tutti gli ingredienti (le chiare vanno montate a neve durissima prima di essere amalgamate con delicatezza al composto). Si mette il composto in una teglia di 22 cm di diametro, poi si cuoce in forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti. (Jolie ha utilizzato il forno in modalità "dolce").
Poi per la crema ha unito 500 gr di mascarpone con circa 350 gr di nutella. Ha diviso il dolce in tre dischi e poi li bagnati leggermente con uno sciroppo fatto con acqua calda, zucchero e rum creola. Ha farcito il primo disco (la base della torta) con la crema, poi ha sovrapposto il secondo disco, ha farcito con altra crema e ha messo il terzo disco (la parte superiore della torta). Infine ha ricoperto la torta stessa, anche sui lati, con la crema nutella e mascarpone rimasta, dopo aver aggiunto ad essa altri 50 gr di nutella. Infine con la stessa ha fatto delle guarnizioni sulla superficie della torta con una tasca da dolci usa e getta. Infine ha abbellito con 9 raffaello....Jolie ha preparato il dolce il venerdì sera, poi la mattina l'ha farcito e l'ha messo in frigorifero. La sera abbiamo mangiato la torta: una squisitezza incredibile !! E poi la torta è bellissima !!! E buonissima anche il giorno dopo !! Anzi come tutte le torte "bagnate" più passa il tempo e più diventa buona !!!

domenica 20 febbraio 2011

Happy bombolons al tonno



Si tratta di squisitissime polpette al tonno. Sono ideali per cene fredde, aperitivi e pic-nic. Sono semplici da fare e richiedono pochi semplici ingredienti con un risultato ottimo. Di seguito postiamo la ricetta per tutti i gourmets du monde !
Ingredienti (per 10 polpette):
- 3 patate piccole;
- una noce di burro;
- un cucchiaio di parmigiano;
- un uovo e un tuorlo;
- 2 scatolette grandi di tonno all'olio (da 80 gr ciascuna sgocciolato);
- sale;
- farina;
- olio per friggere.
Procedimento:
lessare le patate e schiacciarle. Salarle e ripassarle in padella con la noce di burro; aggiungere il parmigiano. Fuori dal fuoco aggiungere il tuorlo amalgamandolo. Aggiungere il tonno strizzato e amalgamare il tutto. Fare con le mani delle palline (tipo da golf) e passarle nell'uovo sbattuto e salato. Passare poi nella farina dopo averla salata. Friggere le polpette in abbondante olio caldo finché non diventano dorate. Farle raffreddare completamente prima di servirle. Sono buonissime anche il giorno dopo !!
Bon appétit !




















giovedì 10 febbraio 2011

Pesche di carnevale al forno

Ecco la ricetta di un dolce di carnevale buonissimo e "magro", nel senso che è cotto al forno e non fritto. Si tratta di una ricetta semplice che ha bisogno solo di un pò di tempo necessario per la lievitazione.

Ingredienti per l'impasto (circa 13 pesche):

1 cubetto di lievito di birra da 25 gr
125 ml di latte tiepido
2 cucchiai abbondanti di zucchero
4 cucchiai di olio di mais
1 vanillina
1 uovo e 1 tuorlo
farina quanto basta (circa 350 gr)

Per la crema:

1 tuorlo
1 bicchiere di latte da 200 ml circa
1 cucchiaio di zuchero
mezza bustina di vanillina
1 cucchiaio colmo di farina

Per la finitura:

liquore alchermes
zucchero

Procedimento:

Mettere un pò di farina a fontana in un recipiente e mescolare nel centro della fontana, il lievito sciolto nel latte tiepido, l'uovo e il tuorlo, lo zucchero, l'olio, la vanillina. Impastare con altra farina fino ad ottenere un impasto molto morbido. Fare una palla e metterla a lievitare nel recipiente dopo aver inciso sopra una croce profonda con un coltello infarinato, coperta con un panno, per almeno 9 ore (noi l'abbiamo preparata la mattina alle 7 prima di andare a lavorare e abbiamo fatto le pesche al ritorno verso le 16).
Preparare la crema montando il tuorlo con lo zucchero, aggiungendo lentamente la farina, la vanillina e per ultimo il latte. Far addensare su fuoco moderato (meglio con sotto la pentola la retina), evitando che si formino grumi.
A fine lievitazione rimpastare e dividere l'impasto in due parti. Stenderle con il mattarello di uno spssore di circa 5-6 mm. Fare delle impronte con un bicchiere di circa 5-6 cm di diametro e in ogni cerchio mettere un cucchiaino di crema. Inumidire i bordi della forma con un dito bagnato. Coprire con l'altro strato di pasta, pressando leggemente con le dita intorno alla crema per farli aderire. Ritagliare dei cerchi (che saranno le pesche) con il bicchiere infarinato. Ripetere l'operazione rimpastando i ritagli di pasta avanzati. Disporre le pesche sulla carta forno su una teglia e lasciar lievitare in luogo tiepido coprendo con un canovaccio per altri 10 minuti. Cuocere in forno (ventilato) preriscaldato a 180° per circa 12-13 minuti. Prima di sfornare verificare la cottura con uno stuzzicadenti piccando sul lato dove non c'è la crema. Lasciar intiepidire e passare più volte nell'alchermes (devono essere tutte rosse) e poi in abbondante zucchero.
Quando sono fredde SBRANARE !!! :-)

Ecco due foto delle pesche:












martedì 1 febbraio 2011

La torta Sacher

Inserisco la ricetta della torta Sacher, che abbiamo preparato di nuovo, dopo parecchio tempo, sabato scorso. E' una ricetta facile anche se un pò lunga e il risultato è veramente ottimo: una vera delizia !! Si può servire sola o accompagnata con panna montata.

Buon appetito !


Ingredienti


Per la torta:
125 gr di burro
125 gr di zucchero
5 uova
80 gr di cioccolato fondente
25 gr di cacao amaro
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
25 gr di fecola
1 cucchiaio di creola


Per la copertura:
1 noce di burro
3-4 cucchiai di latte
140 gr di cioccolato fondente
60 gr di zucchero al velo


Per la finitura interna:
250 gr di marmellata di albicocche


Mescolare a crema il burro, dopo averlo fatto ammorbidire e 75 gr di zucchero. Unire 5 tuorli, il pizzico di sale, il cucchiaio di creola, il cacao, il cioccolato fuso a bagnomaria. Aggiungere 3 chiare montate a neve ferma a cui avrete aggiunto lo zucchero rimasto (dopo aver montato le chiare, aggiungete lo zucchero piano su un lato del contenitore e riprendete a montare). Sopra mettere la farina mescolata alla fecola, e il lievito. Amalgare il tutto con molta delicatezza per evitare che le chiare si smontino. Mettere in una tortiera rivestita di carta forno e inserire in forno preriscaldato a 175°-180° (forno ventilato o anche elettrico semplice) per circa 40 minuti.
Quando la torta si è raffreddata, tagliare a metà e coprire il disco inferiore con 125 gr di marmellata di albicocche. Ricoprire con l'altro disco della torta. Stemperare la marmellata rimasta sul fuoco e spennellare con essa tutta la superficie della torta. Lasciar asciugare la marmellata. Preparare la copertuta facendo fondere a bagnomaria la noce di burro con il cioccolato spezzettato, il latte e lo zucchero al velo (magari utilizzate un passino per aggiungerlo), sempre mescolando bene per evitare che si formino grumi.
Ricoprite tutta la torta con la glassa al cioccolato, utilizzando un coltello a lama larga e liscia. Livellate bene la superficie e lisciatela con la lama del coltello bagnata in acqua bollente.
Scrivete sopra "Sacher" e disegnate dei ghirigori con un conetto di carta forno. Lasciate seccare la copertura e alla fine: MANGIATE !


Consiglio però di lasciarla riposare un giorno, perché mano a mano che si va avanti i sapori sedimentano, si amalgano e l'assaporamento poi è sublime !
Per la copertura si può utilizzare anche in quantità 2:1 il cioccolato fondente spezzettato amalgamato sul fuoco con la panna da dolci liquida, facendo prima bollire la panna e poi aggiungendo il cioccolato. Lasciar rapprenedere un pò il composto e poi utillizzarlo come descritto sopra.
Per la torta che abbiamo fatto sabato, di cui posto sotto la foto, questa volta noi abbiamo utilizzato il primo tipo di copertura.