martedì 31 marzo 2009

I croissants francesi

Pubblico la foto dei croissants francesi, che ho fatto domenica scorsa, di cui sono davvero fiera
;-) ........il sapore è proprio quello degli originali, unici croissants di Paris !! La ricetta è laboriosa, ma il risultato è davvero appagante !! Inserisco per tutti quelli che volessero provare, il link al bellissimo blog Anice&Cannella, dove ho trovato questa mitica ricetta spiegata nei particolari dalla bravissima autrice del blog e a mio avviso eccellente chef:


venerdì 20 marzo 2009

La pizza di formaggio marchigiana

Inseriamo la ricetta della pizza di formaggio marchigiana che si cucina a Pasqua nelle Marche. La ricetta è quella della nostra mitica mamma un pò rielaborata da noi.

per il panetto:
1 cubetto di lievito di birra da 25 gr
1 bicchiere da circa 180-200 ml riempito per metà da latte e per metà da acqua (tiepidi)
sale
farina quanto basta per fare un panetto molto morbido

2 uova intere
3 gusci di olio di oliva (si tratta di mezzi gusci, quelli delle uova che avete utilizzato)
sale
pepe
80 gr circa di parmigiano grattugiato
70 gr di emmental grattugiato
30 gr di pecorino grattugiato

Fare innanzi tutto il panetto sciogliendo il lievito nell'acqua e latte tiepidi, unendo il sale e la farina. Il panetto deve rimanere morbido. Fargli sopra una croce col coltello, coprirlo con un canovaccio e lasciarlo lievitare in luogo tiepido fino a che non raddoppia di volume. Aggiungere tutti gli altri ingredienti e impastare bene, aggiungendo un pò di farina. La pasta deve comunque rimanere molto morbida (si apiccica alle mani). Far lievitare la pasta ottenuta di nuovo nel recipiente dove avete fatto il panetto, dopo averla incisa con un coltello formando una croce sopra e averla coperta con un canovaccio. La pasta deve lievitare molto raggiungendo il bordo del recipiente. Rimpastarla e metterla in una pentola rotonda alta (si deve ottenere a cottura ultimata un panettoncino) dopo aver aggiunto alla stessa piccoli pezzi rettangolari di pecorino e di emmental. Farla rilievitare nella pentola, spennellare la superficie con olio di oliva. Far cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30-40 minuti. Piccare con uno stecchino lungo il panettoncino per assicurarsi che sia cotto dentro. Buon appetito !!
;-)

Clhoé e Matisse



Ecco la nuova arrivata Chloé, la cagnolina di papà simil pincher e mamma simil spinone. Adesso è la migliore amica di un altro abitante della Collina dei mici: Matisse, il micio sofficione.









Chloé










Matisse

sabato 14 marzo 2009

Torta Paperotto



Ecco la ricetta con foto della Torta Paperotto, che ho fatto per il compleanno della mia sorellina più giovane lo scorso 12 febbraio.

Ingredienti:

2 pan di spagna da 500 gr ciascuno

per la crema:
6 tuorli,
6 bicchieri di latte da 200 ml,
6 cucchiai di zucchero,
6 cucchiai di farina,
2 bustine di vanillina,
2 scacchi grandi di cioccolato fondente da cucina,
aroma all’arancia

per la farcitura:
farina di cocco,
colorante alimentare verde, giallo e rosso,
smarties,
1 panetto di pasta di mandorle.
1 tuorlo,
1 cucchiaio di zucchero,
1 cucchiaio di farina,
1 bicchiere di latte,
1 pizzico di vanillina.

Preparare la crema con i tuorli d’uovo, sbattuti con lo zucchero. Aggiungere la farina e le vanilline e poi evitando che si formino grumi il latte. Portare a bollore a fuoco medio e far addensare. Dividere la crema in due parti. In una di esse aggiungere sul fuoco il cioccolato ridotto in scaglie e farlo amalgamare, ottenendo una crema nera.
Far freddare la crema gialla e aggiungere mezza fialetta di aroma all’arancia, mescolando.
Tagliare il pan di spagna a fette sottili di circa 1 cm e foderare due ciotole a forma di cupola di dimensioni diverse, precedentemente rivestite all’interno con pellicola alimentare trasparente (una costituirà il corpo del paperotto, l’altra la testa). Bagnare il pan di spagna con uno sciroppo di acqua, zucchero e rum creola e stenderci sopra la crema (quella nera per il corpo nella ciotola più grande, quella gialla per la testa in quella più piccola). Continuare alternando gli strati di pan di spagna bagnato e crema. Arrivare al bordo delle ciotole, terminando con il pan di spagna. Mettere sopra ad esso due pesi e far raffreddare in frigo 1 giorno i due zuccotti preparati. Con il pan di spagna rimasto (solo parte gialla) preparare la copertura del papero, riducendo il pan di spagna in molliche. Chiuderle in un sacchetto per congelare e metterle in frigo. Il giorno dopo capovolgere i due zuccotti su una vassoio rettangolare sufficientemente grande, uno vicino all’altro per ottenere corpo e testa del paperotto. Preparare 1 uovo di crema gialla, seguendo la stessa procedura sopra descritta e dopo averla fatta raffreddare ricoprire tutta la superficie dei due zuccotti. Coprire completamente corpo e testa con le molliche di pan di spagna, facendole aderire bene con le mani. Preparare con la pasta di mandorle colorata con il colorante alimentare giallo e rosso per ottenere l’arancione, il becco e le zampe in modo da realizzare il papero. Con la pasta di mandorle non colorata preparare gli occhi, attaccandoli con la crema. Spennellarli con zucchero a velo allungato con un po’ d’acqua per accentuare il colore bianco. Quando saranno asciutti, con due smarties marroni completare gli occhi. Con la pasta di mandorle non colorata realizzare un fiocco, creando i pois con i residui di pasta di mandorle arancione. Posizionare il fiocco tra la testa e il corpo. Colorare la farina di cocco con il colorante verde e disporla intorno al papero per creare il prato. Con gli smarties colorati realizzare i fiori. Spennellare con un po’ di marmellata di albicocche allungata con acqua le parti in pasta di mandorle per lucidarle. Ecco così realizzato un paperotto bellissimo e buonissimo !!

sabato 7 marzo 2009

Gli abitanti baffuti della Collina dei mici





Lunetto: il siamese "cattivello" che vive in casa, perché viene dalla città (qui è stato immortalato quando lo portavamo con il guinzaglietto in un parco della cittadina)










Primo piano di Drusilla





































Foto di gruppo: in ordine Lucilla, Attila. Ciccia (la mamma, che negli ultimi periodi è più vagabonda che mai), Massimo, Totila che purtroppo nel luglio scorso è volato sulle nuvole e Drusilla

Cestino immacolato con cuore di bignets alla crema gianduia




Ecco qui la ricetta di un'altra torta, quella che ho fatto l'anno scorso sempre per il compleanno di mia sorella:

Ingredienti:

-250 gr di pasta sfoglia in un foglio già pronta
-una confezione di bignets piccoli
- 400 ml di panna dolce vegetale da montare, già zuccherata
- 3 barrette di cioccolato “Novi” con ripieno di crema alla nocciola (da 70 gr. cadauna)
- 6 tuorli
- 150 gr. di zucchero
- 2 bustine di vanillina
- 750 ml di latte
- 75 gr. di farina
- 200 gr. di cioccolato fondente da fondere a bagnomaria
- perline argentate piccole per la decorazione
- una fialetta al rhum
- un cucchiaio di ruhm
- una tasca da pasticcere con bocchette
- una teglia da forno di 24 cm di diametro
- carta da forno

Lavorazione:

Foderare la parte esterna della teglia con un foglio di carta forno, cercando di ripiegarla in modo tale che rimanga accostata alla teglia (la teglia deve essere rovesciata con il fondo verso l’alto). Far scongelare il foglio di pasta sfoglia. Stenderlo con il matterello fino ad ottenere una sfoglia abbastanza grande da poter poggiare sopra la teglia rovesciata che avete foderato, creando un cestino rovesciato. Accostare la pasta ai bordi della teglia stringendola e ripiegandola dove necessario. Ritagliare la pasta in eccesso. Punzecchiare con una forchetta tutta la superficie. Infornare. Dopo un po’, aprire il forno e punzecchiarla ancora sui lati per far appiattire la pasta che si gonfia con il calore. Poggiare sopra al fondo un piatto rovesciato che tenga “bassa” la pasta. Lasciar cuocere il cestino in forno preriscaldato a 180° finché non diventa un po’ colorito, avendo cura di punzecchiare ancora i lati se la pasta si gonfia troppo. Preparare la crema al gianduia montando i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina, la vanillina e il latte. Cuocere a fuoco moderato e far bollire per 5/6 minuti, mescolando continuamente per evitare che si formino grumi e che la crema si attacchi alla pentola. Togliere dal fuoco e dividere in due parti la crema. Aggiungere ad una metà tutta la cioccolata della “Novi”tagliata a cubetti e farla fondere. Far raffreddare. Aggiungere all’altra metà della crema, che avrete fatto raffreddare precedentemente, la fialetta e il cucchiaio di rhum e una parte della panna montata (circa 150 ml). Amalgare con movimenti circolari delicati, evitando di far smontare la panna. Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato fondente spezzettato a bagnomaria (o in forno a 150°: è più veloce !! J) e spennellare tutto l’interno del cestino di pasta sfoglia che avrete sfornato e lasciato raffreddare. Riempite con una sacca da pasticcere con bocchetta fina e lunga i bignets. Quando il cioccolato spennellato nel cestino si sarà solidificato, disponete i bignets dentro al cestino. Riempite gli spazi rimasti vuoti tra bignet e bignet e verso i bordi del cestino con la crema al rhum (ricordatevi di lavare la tasca affinché la crema al rhum non si mescoli alla crema di gianduia). A questo punto utilizzate tutta la panna montata rimanente per ricoprire la superficie del cestino con delle righe verticali (una accanto all’altra) utilizzando la tasca lavata e la bocchetta (lavata) che avete utilizzato per la crema al rhum, a stella. Terminate facendo una riga circolare che rifinisca la superficie del cestino sulla circonferenza. Cospargete la superficie della torta con palline argentate piccole che si trovano in commercio per la decorazione di dolci.

La vostra torta è pronta per fare un figurone in tavola !!